Un percorso nascita contemplativo-attivo

UN PERCORSO NASCITA CONTEMPLATIVO-ATTIVO

Mindfulness per la gravidanza, il parto e i mesi successivi

 

Il grembo dello spirito è un ambiente di contenimento spirituale, psico-emotivo e fisico che può nutrire e sostenere in maggiore o minor misura. In qualità di campo di interazione bidirezionale tra madre e figlio, include sia ciò che è trasmesso in ambo le direzioni attraverso il cordone ombelicale, sia ciò che è trasmesso ad un livello più energetico, istintivo, intuitivo e spirituale come esperienza di campo. Ho sentito molte madri condividere la convinzione che la gravidanza, la nascita del loro bambino ed il periodo del grembo dello spirito siano stati un momento fondamentale di crescita personale e spirituale (F.Sills).

In questa pagina potete trovare alcuni spunti pratici e contemplativi per sostenere le mamme e le famiglie nel percorso nascita in questo periodo di incertezza, paure e possibile solitudine.

In particolare è uno spazio pensato per le donne in gravidanza, per quelle che stanno per affrontare il parto e per quelle che stanno vivendo i primi mesi dopo la nascita del/la loro bambino/a in questo particolare periodo in cui le possibilità di sostegno sono ridotte. Nel contesto collettivo attuale sono maggiormente presenti ansia, paure, sofferenza, mentre l’evento della nascita giova di un clima positivo, sereno e rilassato.

Il mondo di significati e le circostanze in cui la madre si trova, così come la natura del supporto e delle condizioni che la circondano, sono parte integrante del grembo dello spirito tanto quanto l’immediatezza della relazione madre-feto/infante (F.Sills).

Una madre che sta per partorire in queste settimane, oppure che ha partorito recentemente potrebbe provare paura, ansia, incertezza, solitudine, mancanza di sostegno familiare, professionale e di gruppo (es. Spazio Mamma)…

Le pratiche contemplative possono sostenere le madri nel percorso nascita, e in particolare in questo periodo, perché possono aiutare ad entrare in contatto con:

  • un senso di sicurezza legato alle proprie risorse interiori e meno condizionato da ciò che accade all’esterno;
  • una quiete che invita alla lentezza (ma anche con una lentezza che invita alla quiete) e che favorisce la connessione con il/la neonato/a (bonding);
  • uno stato di benessere psico-fisico-spirituale e una maggiore sensazione di connessione con il proprio piccolo.

Naturalmente tutto ciò ha delle ripercussioni positive anche sul/la bambino/a, infatti “la sicurezza, l’empatia, la comunione, il nutrimento esperiti in un grembo-campo amorevole e responsivo generano sentimenti di connessione spirituale ed un senso di benessere personale” (Sills).

Alcune semplici pratiche di mindfulness possono essere un notevole sostegno per lavorare con lo stress fisico ed emotivo legato alla gravidanza, al parto e al post-parto. I fondamenti della pratica contemplativa (accogliere ciò che è presente, lasciar andare e fiducia nel processo) sono infatti rilevanti per tutto il percorso nascita.

La gravidanza: entrare in contatto con il qui ed ora, sostenute dal respiro, contribuisce alla riduzione dello stress, favorisce una connessione intima e profonda fra madre e bambina/o, aumenta la consapevolezza e la conoscenza di sé (che include di rendersi conto dei propri preconcetti, aspettative intorno il parto).

Il parto: le pratiche di mindfulness offrono degli strumenti per relazionarsi con il dolore del parto in un modo diverso e più abile. In un parto non complicato e fisiologico il dolore spesso invita alla pura presenza, e ci connette in un modo assoluto con il corpo e la sua meravigliosa capacità di dare la vita.

Il post-parto: le qualità già menzionate per la gravidanza e il parto continuano ad essere di sostegno anche in questa nuova fase emozionante ma delicata… La connessione, la riduzione dello stress, la capacità di attingere alle proprie risorse, la fiducia nel processo continuano ad essere preziose, come il colostro. Fin dalle prime fasi della genitorialità c’è tanto da fare (cullare, allattare, nutrire, cambiare il pannolino…) ma più di ogni altra cosa, c’è da “stare”… da essere a essere. Durante tutte queste faccende, insieme a tutto ciò. Ricordarsi di questo può essere un prezioso sostegno.

Il presente con un neonato è un esempio così visibile e palpabile del flusso dei cambiamenti, dell’impermanenza. Quello che, come madre, come padre, abbiamo capito che magari funzionava ieri per calmare il/la nostro bambino/a, forse non funziona già oggi… è un continuo processo di scoperta sia della neonata/o che di noi stessi come genitori, e coltivare la curiosità verso la nostra esperienza, e verso ciò che osserviamo stando con la/il bambina/o è preziosissimo: il non sapere ci permette di imparare.

Infine, aumentare la consapevolezza, la gentilezza e la compassione (verso noi stessi, il partner e verso i/le bambini/e) ci può permettere di stare meglio con quello che c’è… anche quando le cose durante il parto vanno in una direzione inaspettata, o quando il nostro bambino/a piange e non riusciamo a calmarlo…

Questa proposta attinge a pratiche contemplative di Mindfulness e di Mindfulness in Relazione e alla Terapia Craniosacrale. 

 

Cosa proponiamo: 
Consulenze telefoniche

E’ possibile richiedere una consulenza telefonica gratuita per affrontare temi quali:

  • ascolto profondo, sostegno emotivo (affrontando le tematiche legate alla gravidanza, parto, post parto e i primi mesi);
  • allattamento (quanto spesso devo attaccare la bambina? come so se ha preso abbastanza latte? ecc…)
  • come calmare il mio bambino (perché piange? cosa può essere di aiuto?)…

Per concordare un appuntamento telefonico scrivere a: st.sanda@gmail.com oppure contattare direttamente Sanda al 334-8587956.

 

Sanda Stojkovic è un’educatrice perinatale (certificata da MIPA Centro Studi) e sostiene da anni le famiglie nel percorso di nascita. Propone Incontri di accompagnamento alla nascita, offre servizi di supporto domiciliare alle madri nei primi mesi dopo il parto, organizza e facilita gruppi di confronto e mutuo aiuto tra mamme e genitori. Collabora con l’associazione Il Melograno Centro Informazione Maternità e Nascita di Roma. Basandosi sulla Formazione continua pluriennale nella Psicoterapia Core Process (dal 2005) con docenti docenti senior del Karuna Institute (UK), propone  dei percorsi basati sul mindfulness, con particolare attenzione alla genitorialità, e sessioni di ascolto profondo. 

 

Silvia Biagetti Ballerio – Terapista dell’educazione, con lunga esperienza nel campo socio-educativo, ho collaborato in molti progetti a favore dei bambini e adolescenti e delle loro famiglie. Grazie a numerose formazioni e supervisioni mi sono specializzata nel “ sostegno perinatale” e  “sostegno alla genitorialità”. In seguito ho ampliato queste esperienze con un percorso di counseling olistico e terapie naturali. Il mio modo di operare ha radici in tradizioni antiche e nella fisica quantistica, utilizzando strumenti espressivi, meditativi, introspettivi guidati da valori quali Compassione, Amorevole Gentilezza, Gioia ed Equanimità.

 

Pratiche che potete ascoltare liberamente

‘Meditazione e visualizzazione in gravidanza’ – Una pratica con Sanda Stojkovic


‘Da cuore a cuore’ – Una pratica con Silvia Biagetti Ballerio

 


‘Pratica maternità – Una pratica con Silvia Biagetti Ballerio

 


Segnaliamo inoltre le seguenti risorse:

Il Melograno Centro Informazione Maternità e Nascita: https://www.melograno.org

http://www.melogranoroma.org

Un pediatra per amico (bimestrale per i genitori scritto da specialisti dell’infanzia): https://www.uppa.it

 

• 4 Maggio 2020

Comments are closed.